Smart Working ad Agosto tra città e luoghi di vacanza

Lavoro agile? Lavoro intelligente!

Lavorare durante il periodo estivo è per molte persone sinonimo di pesantezza e malinconia. Chi può svolgere il proprio lavoro in qualunque posto si trovi, grazie a una connessione internet, rientra nella categoria dello smart working. Termine divenuto famoso negli ultimi due anni per via della situazione pandemica, per la maggior parte delle persone vuol dire “lavorare da casa” e, quindi, lo identifica come “telelavoro”. Smart working, invece, ha un significato diverso e, dimensionalmente parlando, più ampio. Detto anche “lavoro agile” può, infatti, essere svolto ovunque, purché si abbia un dispositivo connesso alla rete. Senza andare a ricercare lavori particolari, si può dire che quello dell’influencer è l’esempio perfetto per comprendere esattamente cosa sia lo smart working.

Chiarito il significato di smart working, è il momento di far diventare “più intelligente”, non solo il mezzo, ma anche il modo di affrontarlo durante quel periodo dell’anno che per noi italiani vuol dire vacanza: l’Estate.

Oggi vogliamo, quindi, aiutare gli smartworkers d’Agosto con consigli, soluzioni e luoghi validi per rendere il lavoro estivo decisamente meno pesante.

Smartworking in città ad Agosto

Il lavoro è tanto, l’azienda per cui si lavora non chiude in Estate, da liberi professionisti non ci si ferma mai, si è appena stati assunti e non vi sono giorni di vacanza sufficienti a fare un bel viaggio; queste sono alcune situazioni in cui si resta in città a lavorare ad Agosto.
Pensate che proprio per via dell’evoluzione del termine e, soprattutto, del modo di lavorare mediante le risorse del web, molte strutture si sono adattate nel predisporre aree ad hoc per lo smartworking. La Lombardia, regione italiana con più aziende digitalizzate e predisposte al lavoro da remoto, offre differenti opportunità per lo smartworking, grazie a strutture alberghiere all’avanguardia e spazi di coworking.
Una soluzione di questo tipo la offre, ad esempio, il Novotel Milano Ca’ Granda. Qui si può prenotare e passare un’intera giornata a bordo piscina con lettino, ombrellone, pranzo stile pic nic e, a disposizione, aree interne dedicate proprio allo smart working.

PHOTO CREDIT: all.accor.com

Oltre all’idea del Novotel chiamata Pic-beach, pensata ad hoc per chi si trova in città ma desidera sentirsi altrove, è possibile ingegnarsi per trovare soluzioni simili in varie strutture, sia a Milano che in altre città italiane.
Cosa cercare esattamente?
Ecco cosa serve per uno smart working intelligente in città ad Agosto:

  • qualsiasi struttura con connessione internet veloce;
  • possibilità di prenotazione giornaliera senza vincoli;
  • area esterna con piscina e/o grande giardino/parco;
  • meglio se con cibi e bevande a disposizione o col servizio delivery.

In alternativa, se si vuole staccare dall’ambiente di casa e lavorare in città, seppur in altri posti piacevoli e silenziosi, è possibile scegliere tra caffé e spazi di coworking, ovviamente, dotati di aria condizionata.
Una piacevole sorpresa individuata da noi di Zelo21 è Coffice a Milano. Si tratta di una struttura creata appositamente per lavorare e studiare. Con una tariffa oraria molto contenuta, oltre allo spazio dedicato al lavoro, compreso nel prezzo si ha sempre a disposizione un buffet di dolci e salati, una caffetteria dove ordinare illimitatamente, fibra ottica e, addirittura, una stampante con le prime 10 stampe in omaggio.
Un posto davvero unico in zona Sant’Ambrogio.

PHOTO CREDIT: cofficemilano.it

Ovviamente, recarsi tutti i giorni in luoghi in cui bisogna spendere denaro, può essere controproducente per le tasche di molti lavoratori agili. Quindi, che ben vengano i parchi comunali attrezzati di panchine e tavoli, oppure le tante zone panoramiche sul Lago di Como e di Varese. In questi casi basta trovare un luogo in cui prende la connessione del cellulare (usato come hotspot) e portare con sé un buon cuscino per ammorbidire la seduta.

Smartworking in vacanza: nasce il workation

Workation è il nuovo termine nato dall’unione di work (lavoro) e vacation (vacanza). Con workation si concilia, infatti, lavoro e luoghi di vacanza.
Si potrebbe pensare a un normale “fai da te” e, quindi, che sia sufficiente trovare una collocazione qualunque al mare o in montagna e collegarsi a Internet. Invece, diverse catene di alberghi, bed & breakfast e case vacanze hanno pensato a offerte e pacchetti specifici dedicati a chi lavora durante la villeggiatura.

LAVORARE IN VACANZA AL MARE

Tra le strutture che facilitano il lavoro in vacanza al mare troviamo la formula “Smart Working Resort” di VoiHotels e la “SmarWorking Room” di BestWestern.

Entrambe le soluzioni permettono di trasformare l’alloggio in un ufficio completo. I servizi inclusi sono:

  • camera selezionata tra le più silenziose della struttura
  • postazione di lavoro
  • connessione Wi-Fi ad alta velocità
  • coffee corner
  • room service
  • utilizzo di scanner e stampante
  • ritiro e consegna pacchi

Se BestWestern prevede questa soluzione in tutta Italia e, quindi, anche città d’arte, VoiHotels offre attualmente questa soluzione nei resort di Sardegna, Calabria e Sicilia.

Smartworking etico e sostenibile

Un aspetto che a noi di Zelo21 ha colpito positivamente riguardo VoiHotels, è la scelta di fare qualcosa di concreto per il pianeta e per i diversamente abili. Oltre ad avere strutture recensite dalla Onlus Handy Superabile come resort privi di barriere architettoniche, hanno avviato un processo di sostenibilità certificato GSTC. Nei loro hotel, infatti, è stata abolita la plastica monouso e iniziato un percorso concreto di Chilometro Zero. Permettendo alle comunità locali di beneficiare della loro presenza, sono stati introdotti menù personalizzati per ogni scelta o restrizione alimentare e, soprattutto, con l’utilizzo di prodotti locali e a filiera corta.

PHOTO CREDIT: voihotels.com/it/voi-marsa-sicla-resort

LAVORARE IN VACANZA IN MONTAGNA

Un altro esempio di smart working sostenibile è quello proposto a 2000 metri di altezza nell’area Movimënt dell’Alta Badia in Trentino Alto Adige. Esattamente a Piz La Ila e a Bioch si trovano postazioni di lavoro attrezzate e alimentate tramite pannelli solari.

PHOTO CREDIT: https://laborability.com/lavoro-del-futuro/smart-working-in-montagna-con-pc-e-scrivania-immersi-nella-natura

 

LAVORARE IN VACANZA IN UN AGRITURISMO BIO

Chi desidera la totale quiete e la bellezza di un paesaggio incontaminato, può scegliere di lavorare da remoto in uno dei meravigliosi alberghi agriturismo diffusi in tutta Italia.
Nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano è nato nel 2021 un progetto chiamato “Sustainable smart-co-Working”. Apripista dell’iniziativa è l’azienda agricola Montagna Verde situata nel borgo medievale Torre di Apella del Comune di Licciana Nardi (MS). Nel cuore della Lunigiana, questo agriturismo hotel diffuso, dopo aver recuperato coltivazioni e aiutato attività locali, anche attraverso l’apertura di un ristorante a Km 0, si sta dedicando a creare spazi di lavoro con connessioni ad alta velocità, sia per singoli smarworkers che gruppi di lavoratori.

PHOTO CREDIT: facebook.com/montagnaverde

Smart working in vacanza con la famiglia

Lavorare in vacanza con la famiglia si può. Abbiamo visto che chi ha la possibilità di svolgere il proprio lavoro in smart working, può scegliere di rifugiarsi in posti bellissimi dove poter alleggerire le calde giornate estive. Anche per chi desidera una vacanza con la famiglia, nonostante gli impegni lavorativi, esistono diverse soluzioni in molti luoghi d’Italia. Oltre a strutture già viste in precedenza dove, ovviamente, è possibile recarsi in più persone, c’è chi ha pensato proprio a un’offerta per lavoratori agili e famiglia.

Questo è l’esempio del Club del Sole che lanciato l’iniziato “Smart working village”, dove piccole case immerse nella natura e grandi aree giochi, concedono rispettivamente tranquillità a chi lavora e divertimento per i bambini.

PHOTO CREDIT: clubdelsole.com/lp/landing/smart-working

Il mondo del lavoro sta cambiando. Oggi sono circa 6 milioni gli italiani che riescono a lavorare in smart working. Ci sono stime che prevedono una crescita del 20% ogni anno. Una vera rivoluzione che sta trasformando la vita di molte persone, soprattutto, nella scelta del luogo in cui vivere. Il mercato immobiliare, infatti, ha visto l’aumento di richieste di case in posti sempre più lontani dalle grandi città.
L’Italia, prima della pandemia, era l’ultima in classifica tra i paesi europei per numero di abitanti e lavoratori da remoto. Si spera, quindi, che grazie all’evoluzione digitale e del lavoro, molti luoghi abbandonati vengano recuperati e rivitalizzati dalle nuove generazioni.
Lo smart working è anche un vantaggio per le aziende che, oltre a risparmiare sui costi, hanno visto un incremento dell’efficienza dei propri lavoratori.

A livello psicologico, infatti, sono emersi molti benefici fisici e mentali per gli smart workers, capaci di lavorare meglio perché hanno la possibilità di scegliere da dove connettersi.

D’altronde, chi non vorrebbe una “scrivania” con vista panoramica!

 

Metodi di pagamento
Mastercard Visa PayPal Bonifico
Seguici sui social
Back to top
0
    0
    Il mio carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna allo shopping